TRIESTE ON SIGHT 2015

DA VENERDI’ 3 A DOMENCA 5 LUGLIO, ALL’OSTELLO DI CAMPO SACRO – PROSECCO, TRE GIORNI DI SOCIALIZZAZIONE E AGGREGAZIONE  PROMOSSI DA ARCI SERVIZIO CIVILE E COMUNE DI TRIESTE. IL RICCO E ARTICOLATO PROGRAMMA PRESENTATO IN MUNICIPIO

La terza edizione di “Trieste on Sight” – iniziativa promossa da ARCI Servizio Civile in coorganizzazione con il Comune di Trieste e il patrocinio di Regione Friuli Venezia Giulia, Provincia di Trieste e Comune di Sgonico-Zgonikdove è stata presentata martedì 30 giugno nel corso di una conferenza stampa, svoltasi nella sala giunta del municipio, alla quale sono intervenuti l’assessore all’Educazione Antonella Grim, il presidente di ARCI Servizio Civile Giuliano Gelci, la coordinatrice regionale Costanza Iannone e Mattia Vinzi dell’Europe Direct.

“Trieste on Sight” offrirà anche quest’anno momenti di riflessione culturale e di ampliamento di pensiero, estremamente importanti non solo per la crescita dei giovani, ma anche per il benessere del  territorio. L’obiettivo è quello  di garantire ai giovani delle nuove esperienze, in grado di formarli come cittadini, per aprirli alla società e al mondo, sensibilizzandoli anche su temi come l’interculturalità, la globalizzazione, i diritti civili e le cooperazioni. “E’ un’edizione -ha detto l’assessore Antonella Grim- che punta a far parlare e discutere ragazzi e ragazze, per costruire sempre più attenzione e consapevolezza civica, ma anche per rafforzare la cultura della convivenza e della solidarietà”. “E’ un grande momento di messa in rete -ha aggiunto il presidente Giuliano Gelci- uno spazio di confronto e di partecipazione attiva per i giovani ma sopratutto per il mondo associativo”, con numeri davvero importanti a cominciare dai “60 giovani, dai 16 ai 28 anni, che svolgono servizio civile”.

A cento anni di distanza dello scoppio della prima guerra mondiale, “Trieste on Sight” proporrà anche una serie d’iniziative (incontri, proiezioni, escursioni guidate) per conoscere e capire un evento che ha cambiato la storia dell’Europa e del Mondo. Tra questi la mostra “Quando l’Italia dichiarò guerra all’Austria” – Trieste, i moti del 23 e 24 maggio 1915, e “Cento anni fa la Grande Guerra, che Pace oggi?”, focus con contributi di Lucio Fabi (storico), Marino Vocci (giornalista, fondazione Langer), Andrea Bellavite (giornalista, Forum per Gorizia); proiezione di “Esperienze della grande guerra”  (TV Capodistria, marzo 2015) di Martina Vocci. Spazio anche al alcuni focus su immigrazione e diritto d’asilo in Italia e sull’ associazionismo giovanile con contributi di storici, giornalisti, operatori del settore e rappresentanti istituzionali.

Dal 3 al 5 luglio, nel villaggio “Trieste on Sight” all’ostello di Campo Sacro a Prosecco si susseguiranno momenti di socializzazione e aggregazione, con laboratori, musica, teatro, workshop, sport, punti informativi, ristorazione, mostre, libri, installazioni e con la possibilità di pernottamento in ostello o campeggio. Il programma sarà di giorno in giorno arricchito dalle proposte delle 19 associazioni aderenti ad ARCI Servizio Civile e da altri partner che aderiscono all’iniziativa.

Da segnalare infine che, sempre nell’ambito di “Trieste on Sight”, venerdì 3 luglio alle ore 15.30 sarà firmato e presentato il protocollo di intesa tra il Comune di Trieste e ARCI Servizio Civile che punta a promuovere l’accesso alle opportunità che l’Unione europea rivolge ai giovani, in particolare attraverso il programma comunitario Erasmus+, con l’invio e l’accoglienza di giovani volontari del Servizio Volontario Europeo.
Il protocollo sarà firmato dalla vicesindaca Fabiana Martini e dal presidente di ARCI Servizio Civile Giuliano Gelci.

Nessun commento a "TRIESTE ON SIGHT 2015"

    Invia una risposta

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile al pubblico