SOLIDALMENTE GIOVANI – Premiazione del concorso “Cultura della Solidarietà Vista dai Giovani”

48 scuole, oltre 1000 giovani partecipanti e 5.000 euro in buoni acquisto per i migliori elaborati
Un contesto privilegiato per conoscere l’opinione dei giovani, che evidenziano  impegno e attenzione ai valori

 

Pradamano, 18 dicembre 2014 – Mattinata dedicata alla solidarietà il 18 dicembre all’Auditorium Zanon di Udine dove, in occasione della premiazione del progetto “Solidalmente Giovani”, sono stati consegnati i riconoscimenti agli studenti e alle scuole che si sono contraddistinti partecipando al concorso “La Cultura della Solidarietà vista dai Giovani”, promosso dall’Associazione Comunità del Melograno Onlus, che quest’anno ha registrato il record di adesioni coinvolgendo oltre mille giovani di quarantotto scuole secondarie di primo e secondo grado dell’intera Regione.

01-premiazioni-sezione-tema monografico-ciesseinforma-csv-fvg

03-premiazioni-sezione-tema monografico-ciesseinforma-csv-fvg 02-Premiazioni sezione tema monograficopremiazioni-sezione-tema monografico-ciesseinforma-csv-fvg

“Sport e Solidarietà”, “Disagio sociale e/o giovanile”, “Ambiente e Sostenibilità”, “Giovani e Anziani”, queste le tematiche d’attualità sulle quali gli studenti si sono cimentati in forma scritta o di cortometraggio, preselezionati in seno alle scuole e quindi sottoposti al giudizio  della Commissione Giudicante; anno dopo anno gli elaborati forniscono uno spaccato dettagliato ed approfondito dell’opinione dei più giovani su tematiche pertinenti ad aree nelle quali le nuove generazioni sono e saranno sempre più chiamati ad essere protagonisti attivi.

Gli autori dei migliori elaborati sono stati premiati con buoni acquisto del valore complessivo di cinquemila euro, spendibili presso i punti vendita Sme, suddivisi per quanto riguarda la sezione temi in scuole medie, biennio e triennio per le superiori, mentre la sezione cortometraggio ha riguardato le categorie scuole medie e scuole superiori. La sezione video è stata introdotta nelle ultime edizioni perché questa risorsa comunicativa al giorno d’oggi riveste un ruolo di assoluta centralità nell’ambito dei processi di apprendimento e delle dinamiche relazionali dei più giovani.

“Tante volte si parla dei giovani mettendo in risalto aspetti negativi, mentre i più risultano essere responsabili, impegnati ed attenti ai valori, oltre che capaci di accettare i propri limiti e di affrontare i problemi senza riversarli sugli altri”, questi le parole dei promotori del progetto, giunto alla diciassettesima edizione a livello provinciale e quarta a carattere regionale, nato allo scopo di offrire ai ragazzi l’opportunità di dar voce ai loro pensieri riguardo tematiche socio-solidali e, al contempo, di coinvolgere e sensibilizzare in modo concreto la comunità e il mondo della scuola nei confronti del tema del volontariato, affinché istituzioni e società civile realizzino progetti integrati.

Plauso per la bontà dell’iniziativa, che ogni anno registra un numero crescente di adesioni, sono state espresse da Elisa Battaglia, assessore provinciale, Antonella Nonino del Comune di Udine, Lionello D’Agostini, presidente della Fondazione Crup, Pietro Biasiol, dirigente della Direzione regionale della scuola, da Giorgio Volpe, presidente del Comitato Regionale del Volontariato, e da Benedetto Martucci, consigliere del Centro Servizi Volontariato FVG, che hanno sottolineato come questi progetti costituiscano un occasione privilegiata per formare i cittadini di domani.

Durante la mattinata, inframmezzata dalle esibizioni del Coro Valussi, del Marinelli Gospel Choir, del gruppo New Faboulose Circus Copernicus e dalla compagnia de I Genitori Scatenati, sono stati letti alcuni brani dei lavori premiati e proiettati i video vincitori. La manifestazione è stata arricchita di contenuti socio-solidali con la consegna di riconoscimenti alle associazioni Onlus e alle scuole che prendono parte al progetto di sport integrato “Dai e Vai”, che da nove anni costituisce l’occasione per praticare attività sportive integrate fra giovani studenti e persone disabili.

Anche Cafc Spa, attenta a diffondere specie fra i giovani una sensibilizzazione sulla risorsa idrica, che richiede un utilizzo intelligente, equo ed oculato, per  ridurre gli sprechi, ha deciso di sostenere il progetto, realizzato con il sostegno dell’Assessorato Regionale al Volontariato e della Fondazione Crup, d’intesa con il Centro Servizi Volontariato Regionale e la Direzione Regionale della Scuola e con il patrocinio del Comune

Nessun commento a "SOLIDALMENTE GIOVANI - Premiazione del concorso "Cultura della Solidarietà Vista dai Giovani""

    Invia una risposta

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile al pubblico