OLTRE LA DOMOTICA 2018 – 2030 : NUOVE OPPORTUNITÀ  per la DISABILITA’

“OLTRE LA DOMOTICA 2018 – 2030 : NUOVE OPPORTUNITÀ  per la DISABILITA’ EVITABILE E PER UNA VITA SENZA BARRIERE”
 VENERDI’ 9 NOVEMBRE, INIZIO ORE 9,  PRESSO L’AUDITORIUM DELLA REGIONE A UDINE
Promuovere e diffondere la domotica nei territori e nei servizi socio-assistenziali per realizzare gli obiettivi di “Europa 2020″ e del programma INTERREG V-A ITALIA – SLOVENIA 2014-2020, per affrontare le sfide della longevità, delle disabilità, delle cronicità e delle fragilità delle popolazioni utilizzando tutto quanto la rivoluzione tecnologica, l’intelligenza artificiale e le energie rinnovabili, mettono a disposizione delle persone, degli ambienti di vita e di cura delle comunità, da qui al 2030” sono questi gli obiettivi del convegno nazionale “Oltre la domotica 2018 – 2030. Quali nuove opportunità per la disabilita evitabile e per una vita senza barriere ?” che si terrà  venerdì 9 novembre, dalle 9 alle 18, nell’ Auditorium della Regione Friuli Venezia Giulia Via Sabbadini 31, a  Udine

L’iniziativa, che si avvale del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è promossa da Federsanità ANCI FVG, Regione FVG – Centro collaboratore italiano dell’OMS per le Classificazioni internazionali, EGAS FVG, ASUIUD, CRIBA FVG, Consulta regionale delle persone disabili e loro famiglie FVG, Ordini professionali degli Ingegneri, degli Architetti e degli Assistenti sociali, con il patrocinio di Federsanità ANCI Lombardia, Associazione Italiana Ingegneri Clinici, CARD FVG, Rete italiana e regionale Città Sane OMS, Università degli Studi di Udine, Comune di Udine e Ufficio Città Sane Udine e Ordine dei Medici della provincia di Udine.Per l’occasione verranno presentati progetti innovativi e “buone pratiche”, a cura di esperti dell’Università di Udine, delle Aziende Sanitarie Universitarie Integrate di Udine e Trieste, di AAS 5 Friuli Occidentale e dell’Istituto “Gervasutta“ di Udine, del CRIBA FVG – Centro Regionale di Informazione sulle Barriere Architettoniche FVG, dell’Azienda Pubblica Servizi alla Persona “ITIS” di Trieste, dei Comuni di Trieste, Udine, Tavagnacco, San Vito al Tagliamento,  Monza, Lecco e altri. Si affronteranno i temi  delle “nuove sfide per le comunità e le istituzioni” e degli scenari attuali e futuri per per i sistemi sanitari e sociosanitari del prossimo decennio per “vivere senza barriere e governare le innovazioni tecnologiche per una migliore qualità della vita, sostenibilità ed equità per tutti”, quindi della progettazione urbanistica, edilizia e oggettuale rispettosa dei bisogni di tutti.

Saranno oggetto di approfondimenti: i nuovi device per le persone con disabilità, le migliori soluzioni architettoniche che utilizzano l’intelligenza artificiale, le ultime applicazioni che, tramite cellulare, assistono a vario titolo le persone più vulnerabili, insieme alle famiglie anziane, spesso “monocomponenti”.

Al centro dei lavori : quali e come saranno le case, gli ospedali e i centri per la riabilitazione;  quali cure primarie e intermedie possono essere offerte dal sistema socio-sanitario pubblico e da quello privato; quale ruolo giocheranno nel 2030 i soggetti istituzionali quali Comuni, Regioni, Servizi socio sanitari, etc.; quali reti di collaborazione potranno essere attivate per cogliere le opportunità dell’innovazione tecnologica nelle strategie per la mobilità e l’assistenza dei pazienti fragili a domicilio e per l’assistenza in casa ai pazienti cronici; quali risposte potranno essere garantite ai bisogni delle nuove generazioni di centenari, sempre più numerosi, che vivranno in questi territori.

Un salto, dunque, in un futuro che, tuttavia, oggi è già disponibile intorno a noi e che Federsanità ANCI FVG, insieme alla Regione Friuli Venezia Giulia, a Federsanità ANCI Lombardia, al CRIBA FVG, alla Consulta regionale delle Associazioni delle persone Disabili e loro Famiglie FVG, alle istituzioni scientifiche e agli esperti di diversi settori e discipline, vuole presentare a tutti come opportunità da non perdere, nel nostro territorio e a livello nazionale.

PROGRAMMA 

Il convegno inizierà alle 9 con gli interventi dell’assessore al superamento delle disabilità del Comune di Udine, Elisa Battaglia, del Direttore generale di ASUIUD, Mauro Delendi, del presidente di Federsanità ANCI FVG, Giuseppe Napoli, del vice presidente della Regione e Assessore alla Salute, Riccardo Riccardi e del vice ministro alla Famiglia e Disabilità, Vincenzo Zoccano.

Seguirà la sessione “Persone, ambienti, tecnologie e salute. A che punto siamo ? “, moderatori Luigi Bertinato, dell’Istituto Superiore di Sanità  e Dorjan Marusic, già ministro della Sanità della Slovenia,  interverranno :  il sindaco di San Vito al Tagliamento Antonio Di Bisceglie, il  direttore centrale Salute, Gianni Cortiula, la responsabile del Centro collaboratore italiano dell’OMS per la Famiglia delle classificazioni internazionali, DC salute FVG, Lucilla Frattura, il referente dell’Associazione Italiana Ingegneri Clinici, Maurizio Rizzetto e il presidente dell’Ordine dei Medici della Provincia di Udine, Maurizio Rocco.

Quindi, si parlerà di “Opportunità di finanziamento e risultati dei progetti in corso” negli interventi di : Luigi Bertinato, Clinical Governance Istituto Superiore di Sanità, Michele Franz del CRIBA FVG, Andrea di Lenarda, progetto europeo “Smart care”, ASUITS e Fabio Bonetta, direttore generale ASP ITIS Trieste,  su l'”esperienza di Casa Rusconi”, Vincenzo Della Mea, del Dipartimento di Scienze Matematiche e Fisiche dell’Università di Udine, su “Internet delle cose- IoT per il paziente in casa e in struttura”,  Moreno Lirutti, vice sindaco di Tavagnacco, su “L’housing sociale a Tavagnacco” e Luigi Canciani, Direttore del Distretto di Udine  ASUIUD, su “Sicuri in casa : l’esperienza del Distretto di Udine”.

Dopo la pausa pranzo alle 14.30  inizierà la sessione “Quali nuovi percorsi e quali nuove sfide per le comunità e le istituzioni ?”, interverranno : Gilberto Bragonzi, esperto di organizzazione sanitaria e ICT (“Smart home, Iot, tecnologie indossabili, miti e realtà”), Pier Franco Maffè, assessore all’Istruzione e sportello per il cittadino del Comune di Monza- ANCI Lombardia ( “Villaggio Alzheimer, Monza il paese ritrovato”) Massimo Giupponi, presidente di Federsanità ANCI Lombardia, direttore generale ATS Brianza,  sull’esperienza di Lecco di sinergie tra mondo della ricerca, SSR e imprese  ( il cluster di Lecco) e Agostino Zampa per l’Istituto di Medicina Fisica e Riabilitazione “Gervasutta” di Udine, su “Nuovo tecnologie e iniziative per la ri-abilitazione” .

L’ultima sessione sarà  dedicata a “2018-2030 : Quali scenari, quale domotica, per quale tessuto urbano per vivere senza barriere ? Innovazioni tecnologiche, qualità della vita, sostenibilità ed equità” relazioneranno :  Simona Ganassi Agger,  architetto e urbanista, membro del Consiglio Nazionale di SIAIS, già Chairman of the Board di EuHPN, European Health Property Network, su “L’abitare del 2030 come luogo di vita e di cura”  e Mario Pezzetta, presidente ANCI FVG  su “Il ruolo dei Comuni oltre la domotica e le reti, quali scenari per il Welfare 2030?”.

Infine,  Luigi Bertinato, dell’Istituto Superiore di Sanità, che illustrerà ai presenti il documento “Carta di Udine. per andare oltre la domotica e contribuire ad una vita senza barriere, da qui al 2030″. Seguirà il dibattito con il pubblico.

Per le conclusioni interverrà il Vice Ministro alla Famiglia e Disabilità, Vincenzo Zoccano.

L’evento è accreditato ECM per tutte le professioni sanitarie : https://egas.sanita.fvg.it/it/aree-tematiche/formazione/      mail: formazione@egas.sanita.fvg.it

E’ inoltre accreditato per Assistenti sociali, dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Udine.

segreteria@ordineingegneri.ud.it  www.ordineingegneri.ud.it e dall’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Udine

Nessun commento a "OLTRE LA DOMOTICA 2018 - 2030 : NUOVE OPPORTUNITÀ  per la DISABILITA'"

    Invia una risposta

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile al pubblico