L’Ora della Terra

Può una sfida cambiare il mondo?
Per il WWF sì, se coinvolge l’intera comunità globale in concrete azioni di sostenibilità e la posta in gioco è la salvezza della vita sul pianeta. L’occasione è quella dell’”Ora della Terra”, la più grande mobilitazione globale per fermare il cambiamento climatico che torna sabato 28 marzo dopo aver coinvolto l’anno scorso milioni di cittadini, istituzioni, imprese.
L’azione sul cambiamento climatico vedrà una tappa importante proprio nel 2015, anno in cui si deve chiudere il negoziato dell’ONU per un accordo globale, a Parigi in dicembre nella COP21. Il cambiamento climatico è la più grande minaccia alla sopravvivenza del Pianeta e della vita come la conosciamo ed Earth Hour sarà un evento catalizzatore per far compiere progressi sul clima in oltre 120 paesi: il più grande movimento di base del mondo, nato nel 2007 a Sidney, alzerà di nuovo la sua voce per ‘cambiare il cambiamento climatico’ – Change Climate Change.

In Italia sono già in cantiere varie iniziative. Sabato 28 marzo alle 20.30 luci spente in tutta Italia! Città, cittadini, istituzioni, imprese aderite sui social con #EarthHour #unoralbuio – www.wwf.it/oradellaterra
L’evento italiano si svolgerà sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.

Prima volta dell’ora di buio per il ‘mare’, con la partnership della Marina Militare Italiana.

Al via la maratona di avvicinamento all’”Ora di Buio” planetaria; in tutto il mondo e anche in Italia stanno arrivando al WWF le adesioni per gli spegnimenti.

 

Nessun commento a "L'Ora della Terra"

    Invia una risposta

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile al pubblico