Le Vie delle Foto incrociano le strade della solidarietà

Inaugurata il 27 marzo, con una conferenza stampa al primo piano del Caffè Eppinger, a Trieste, l’ottava edizione de Le Vie delle Foto, manifestazione che si estende su tutto il mese di aprile e durante la quale locali pubblici e spazi urbani si trasformano in un’unica, grande galleria d’arte, dove fotografi, professionisti e non, espongono i propri lavori. Anche quest’anno le Vie delle Foto incrociano le strade della solidarietà: fra i partner, infatti, è presente anche il Lions  Club Duino Aurisina, a cui andranno i ricavati della vendita di alcune fotografie donate dai fotografi a Le Vie delle Foto. L’importo così raccolto sarà utilizzato dal Lions nell’ambito di due progetti, destinati a fornire dei defibrillatori ad alcune scuole del Comune di Duino Aurisina e all’acquisto dell’attrezzatura necessaria per avviare in una casa di riposo di Sistiana l’iniziativa del Libro Parlato.

Numerosissimi i fotografi che hanno aderito anche quest’anno all’iniziativa, fra cui Roberto Lionetti e Gianni Mohor, due artisti molto attivi anche sul fronte della fotografia sociale e del volontariato (li ricordiamo come due degli autori della mostra collettiva “Si può..”, dedicata al tema della disabilità e organizzata alcuni anni or sono dall’A.I.A.S. Trieste).

Nessun commento a "Le Vie delle Foto incrociano le strade della solidarietà"

    Invia una risposta

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile al pubblico