Laboratorio del Riciclo: PICCOLI E GIOVANI VOLONTARI CRESCONO

Ambizioso Educativo e diciamolo… Divertente il progetto che qui di seguito andremo ad illustrare promossso dell’ASSOCIAZIONE ITALO-BRASILIANA DI VOLONTARIATO ARARAJUBA ONLUS finanziato dalla Regione Autonoma FVG e patrocinato dal Comune di Udine.

…Udine è un comune italiano di circa 100.000 abitanti ed è capoluogo dell’omonima provincia. La città risulta essere uno dei capoluoghi friulani, ma anche nazionali, più attenti al riciclo dei rifiuti e per questo è stata citata da molti come esempio da seguire.
Nonostante l’ottima nomea, rimane chiaro il fatto che il problema dei rifiuti continui ad avere un peso enorme nella società contemporanea, ed è per questo motivo che l’associazione ha pensato alla realizzazione di questo progetto, volto all’educazione di bambini e ragazzi sul tema del riciclo dei rifiuti, affinché essi possano sviluppare fin da piccoli la consapevolezza che preservare l’ambiente che ci sta intorno è fondamentale.
L’idea di base quindi sarà trasmettere l’importanza del prendersi cura dell’ambiente che ci circonda, per noi stessi e per chi ci sta intorno oggi, ma anche per le generazioni future. I giovani dovrebbero fare propria questa necessità e, imparando a riciclare, secondo l’odv il primo passo per perseguire questo scopo, dovrebbero assumere un ruolo attivo per tutto il percorso della propria vita, affinché si promuova una società fondata sulla cooperazione e sul rispetto.

La filosofia delle 4 R (riduzione, riutilizzo, riciclaggio, recupero) rappresenta la base di questo processo educativo e descrive i quattro imperativi che ci si impone di affrontare correttamente per cercare di risolvere il problema dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani.
Noi tutti dobbiamo essere consapevoli di essere parte del meccanismo che può salvaguardare l’ambiente e di conseguenza far sì che la qualità della nostra vita migliori in maniera esponenziale.

I beneficiari di questo progetto sono bambini e giovani delle scuole primarie e medie della Regione che desiderano aderire al Progetto e il gruppo del “dopo scuola” della Casa delle Stanze Colorate (UCAI), con i quali saranno svolte le attività e, indirettamente anche alle loro famiglie, e i cittadini. Poiché tutte le iniziative che coinvolgeranno i bambini saranno il canale di trasmissione di un messaggio per il rispetto dell’ambiente, che verrà trasmesso a chiunque gli stia attorno. I Volontari, collaboratori e le Associazioni coinvolte nel progetto verranno a loro volta arricchite di nuove esperienze e metodologie.

 

L’obiettivo generale che si è prefissata Ararajuba onlus è promuovere il volontariato e insegnare l’importanza di preservare l’ambiente attraverso il riciclo dei rifiuti a bambini e giovani, affinché essi possano svolgere un ruolo attivo nella tutela dell’ambiente nelle loro quotidianità e con il loro comportamento influenzare le persone che gli stanno attorno, diffondendo così una coscienza di partecipazione e di solidarietà per una causa che riguarda tutti noi. Esistono tuttavia degli altri obiettivi specificati siteticamente qui di seguito:

  1. comunicare l’importanza del riciclo per la tutela dell’ambiente a bambini e giovani
  2. insegnare a riciclare in maniera alternativa e divertente, affinché sia più facile per i bambini comprendere il valore dell’attività del riciclo dei rifiuti e diventi un gesto spontaneo per le nuove generazioni
  3. consegnare dei sacchetti eco-friendly che potranno essere usati in macchina come porta rifiuti, nei quali saranno promosse le associazioni e enti coinvolti e date informazioni dei tempi di smaltimento dei rifiuti nei diversi ambienti
  4. distribuire materiale cartaceo informativo del progetto e degli enti e associazioni coinvolte.

Risultati attesi

  1. Sensibilizzare bambini, giovani ed adulti all’importanza di preservare l’ambiente
  2. Promuovere un’attività formativa innovativa che educhi al volontariato ed alla salvaguardia dell’ambiente
  3. Formare i piccoli e giovani volontari trasmettendo delle abilità nuove
  4. Diffondere lo spirito del volontariato, a prescindere da un progetto, per assumere il ruolo di volontari attivi lungo tutto il percorso della propria vita
  5. Insegnare ad interagire e lavorare meglio all’interno di un gruppo, così da maturare la consapevolezza che il confronto con gli altri porta a migliorarsi
  6. Stimolare altre associazioni di volontariato a fare lo stesso, affinché si crei una rete di contatti viva e attiva

Le attività che verranno messe in atto per la realizzazione di questo progetto si possono riassumere come segue:

  1. Formazione dei volontari e collaboratori che parteciperanno al progetto, condivisione di tecniche didattiche e livellamento delle competenze.
  2. Formazione sui principi dell’eco sostenibilità, della valorizzazione dell’ambiente e di conseguenza delle persone che vi abitano.
  3. Realizzazione di mini corsi e laboratori teorico-pratici:
    3.1 Lezioni di riciclaggio creando oggetti di varia natura con la carta riciclata
    3.2 Lezioni di pittura utilizzando materiali riciclati
    3.3 Lezioni di produzione ed utilizzo di strumenti musicali con materiale riciclato
    3.4 Lezioni sulle modalità di smaltimento (quanto tempo ci mette uno specifico materiale per dissolversi nell’ambiente)
    3.5 Lezioni di produzione di giocattoli utilizzando le lattine
    3.6 Lezioni di produzione di bambole con materiale riciclato
    3.7. Lezioni riguardo al risparmio del’acqua e del non rifiuti fatto da Karen Bori – Legambiente
  4. Realizzazione, promozione e distribuzione di sacchettini eco-friendly gratuita

 

Nessun commento a "Laboratorio del Riciclo: PICCOLI E GIOVANI VOLONTARI CRESCONO"

    Invia una risposta

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile al pubblico