Inaugurata a Buie la mostra “Suggestioni triestine”

È stata inaugurata a Buie, in Croazia, nella sede della Scuola media superiore italiana “Leonardo da Vinci”, la mostra “SUGGESTIONI TRIESTINE a cent’anni dall’ultimo viaggio di Francesco Ferdinando”, allestita a cura dell’Associazione di volontariato culturale “Radici&Futuro” di Trieste nell’ambito del progetto “Grande Guerra in cielo, in terra, in mare”, sostenuto dalla Regione Friuli Venezia Giulia ed inserito dalla Presidenza del Consiglio nel Programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario.

Alla cerimonia sono intervenuti il sindaco di Buie, Edi Andreašić, e rappresentanti della Comunità italiana e delle istituzioni scolastiche locali. “La presentazione della mostra a Buie – ha ricordato la dirigente dell’Istituto, Irena Penko – avviene nel contesto della nostra partecipazione al progetto, in qualità di partner, e costituisce la seconda tappa del breve viaggio fuori dai confini nazionali che la mostra sta compiendo, dopo Graz e prima di Pola, con il coinvolgimento di scuole italiane all’estero o estere con l’insegnamento dell’italiano”

E proprio su quest’ultimo aspetto ha insistito nel suo intervento il segretario generale di “Radici&Futuro”, Laura Capuzzo, sottolineando il ruolo di “ponte” culturale tra l’Italia e il mondo svolto dalle scuole italiane all’estero, “che va riconosciuto e valorizzato”, ha detto. “Per questo motivo – ha continuato Capuzzo – è molto importante far lavorare assieme su temi come quelli relativi alla Grande Guerra e far incontrare i nostri studenti, che vivono in Italia, con gli studenti di altri Paesi che sono italiani o studiano l’italiano, proprio per il particolare scambio di esperienze che ne deriva, sulla base di una lingua e una cultura condivisa”.

Dopo la proiezione del video “Cent’anni dopo, giovani e Grande Guerra”, realizzato in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale del Friuli Venezia Giulia, i due giovani disegnatori triestini Laura Bologna e Francesco Zardini hanno presentato il fumetto “Suggestioni triestine”, di cui sono autori e che è stato reso oggetto appunto della mostra. Il fumetto propone una sorta di rivisitazione, con gli occhi di un ragazzo d’oggi, del passaggio del solenne corteo funebre di Francesco Ferdinando d’Asburgo e della moglie Sofia per le vie di Trieste, il 2 luglio 1914.

La mostra, già presentata con successo al Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico di Duino, in tre licei triestini – l’Oberdan, il Petrarca e il Carducci-Dante – e al BG/BRG Kirchengasse di Graz, sarà a Buie fino al 10 marzo per poi spostarsi il 17 marzo a Pola, presso la Scuola media superiore italiana “Dante Alighieri”, prima di tornare a Trieste, dov’è attesa alle Scuole medie inferiori “Divisione Julia” e “Guido Brunner”.

Nel progetto “Grande Guerra in cielo, in terra, in mare” sono attualmente impegnati circa 330 studenti e una ventina di docenti italiani, austriaci e croati.

Nessun commento a "Inaugurata a Buie la mostra "Suggestioni triestine""

    Invia una risposta

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile al pubblico