Fatturazione elettronica: le novità per il non profit

Dal 6 giugno 2014 è obbligatorio l’utilizzo di fattura elettronica per i pagamenti realizzati dalle Pubbliche Amministrazioni. Il regime di fatturazione elettronica è stato introdotto dalla Finanziaria 2008 e definito nelle modalità attuative dal decreto ministeriale 3 aprile 2013 n.55 e dalla circolare interpretativa del 31 marzo 2014.
Da tale data i Ministeri e loro articolazioni, le agenzie fiscali e gli enti nazionali di previdenza e assistenza, non accettano più fatture emesse o trasmesse in forma cartacea.

Dal 31 marzo 2015 la fatturazione diventerà obbligatoriamente elettronica anche nei rapporti con tutte le altre amministrazioni centrali e le amministrazioni locali.

Cosa significa per il non profit? istruzioni per l’uso
A pochi mesi da questa scadenza, riteniamo possa essere utile offrire a tutti i CSV soci informazioni di base e indicazioni utili per gestire le numerose richieste di chiarimento pervenute dalle Organizzazioni di Volontariato e altri soggetti non profit ai quali le amministrazioni pubbliche (ASL, scuole, carceri) impongono la fatturazione elettronica in luogo delle consuete ricevute.

In base a questi presupposti e con l’obiettivo di chiarire se e quando la fatturazione elettronica sia dovuta, la redazione di Infocontinua Terzo Settore ha pubblicato un articolo per contribuire a fare chiarezza sul tema.

Nel testo viene contestualizzato il processo e viene evidenziato come sia anzitutto necessario distinguere tra attività commerciali e non commerciali, perché è certamente solo nel primo caso che si verifica l’obbligo di fatturazione elettronica.

I documenti di riferimento

Spesso le associazioni hanno difficoltà a capire la natura, commerciale o meno, del rapporto che instaurano con l’ ente pubblico per realizzare le attività. Nell’articolo pubblicato dalla redazione di Infocontinua terzo Settore vengono proposte efficaci chiavi di lettura su questo aspetto, oltre che riferimenti a documenti redatti dall’Agenzia delle Entrate utili ad inquadrare bene il rapporto che può instaurarsi fra Pubblica Amministrazione ed ente non profit.

Per eventuali necessità di supporto e consulenza, è sempre possibile contattare la redazione di Infocontinua Terzo Settore al seguente indirizzo di posta elettronica:infocontinua@csvnet.it; oppure, soprattutto nel caso in cui si ritenga utile il confronto con altri soggetti, suggeriamo di seguire il forum di discussione appositamente istituito sul portale Infocontinua e raggiungibile QUI.

Nessun commento a "Fatturazione elettronica: le novità per il non profit"

    Invia una risposta

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile al pubblico