Disability Style: una nuova, accattivante rivista online

“Siamo un gruppo di persone che vogliono cambiare il mondo. No dai. Forse un po’ meno. Ci possiamo accontentare del nostro Paese. Per cominciare. Cosa ci sarebbe da cambiare? Non facciamo l’elenco. Limitiamoci alla mentalità. Non poco, direte. Ci riferiamo all’approccio mentale verso le persone con disabilità. Il modo in cui vengono viste, pensate, approcciate”.  Così Max Ulivieri, con il suo stile inconfondibile, ironico ed acuto, presenta il suo nuovo progetto di rivista online, fra le cui rubriche è possibile navigare da alcune settimane.

Lo affianca, in questo nuovo progetto, un team vivace e ricco di competenze in campi diversi, dalla filosofia della medicina alla giurisprudenza, dal turismo alla moda, dalla progettazione sociale alla comunicazione.

La persona disabile è una persona che ha molti bisogni, ma non è solo un “bisognoso”: è, innanzitutto, una persona, e in quanto tale può anche dare, non solo ricevere. Quello che i creatori di questo sito vogliono, come leggiamo nella presentazione del team, è portare una visione soggettiva “più positiva, più allegra, motivata, più cool. E sì, anche una persona disabile può essere cool. Può essere accattivante, attraente, influente, artista, inventore, motivatore. Può essere in molti modi eccezionale e sempre eccezionalmente normale”.

Nel sito troviamo spazi dedicati allo stile di vita, viaggi e tempo libero, arte e spettacolo, storie e progetti, sessualità. E navigarci, ve lo assicuriamo, è piacevole e stimolante.

Nessun commento a "Disability Style: una nuova, accattivante rivista online"

    Invia una risposta

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile al pubblico