Corsi di alfabetizzazione informatica a favore degli ospiti di Casa Colvera e di Casa Serena

Gli studenti dell’Istituto Isis “Lino Zanussi” di Pordenone insegnano l’utilizzo del computer agli ospiti di Casa Colvera e Serena. Sono quattro gli studenti che hanno aderito all’iniziativa promossa dall’associazione Ictus – Servizi alla persona e alla famiglia onlus di Pordenone.

L’attività, che fa parte del progetto “Fare qualcosa di utile per la solidarietà”, finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia e che vede coinvolte anche altre associazioni di volontariato, ha lo scopo di promuovere tra i giovani del territorio la cultura del volontariato, della solidarietà e della cittadinanza attiva. Il progetto si articola in una pluralità di iniziative, alle quali hanno aderito varie scuole superiori della provincia.

immagine rappresentante un giovane ed un signore anziano che lavorano seduti davanti al un computer“L’istituto Isis “Lino Zanussi” di Pordenone, in particolare, si è convenzionato con l’associazione Ictus per l’organizzazione di corsi di alfabetizzazione informatica a favore degli ospiti di Casa Colvera e di Casa Serena desiderosi di imparare ad utilizzare il computer, scoprire i nuovi linguaggi della comunicazione e condividere un po’ di tempo con i giovani – spiega Franco Luchini, vice – presidente dell’associazione -. I corsi hanno avuto inizio da qualche giorno nelle due strutture e stanno riscuotendo grande successo. I ragazzi, Christian, Denis, Kevin e Roberto, stanno svolgendo il ruolo di veri e propri tutor. Dalla foto traspare l’entusiasmo con cui gli allievi seguono gli insegnamenti degli “studenti-docenti”.
“L’iniziativa è stata accolta con piacere da tutti, associazione, istituto scolastico, Casa Colvera, Casa Serena, giovani e anziani ospiti – conclude soddisfatto Luchini -. Questa volta sono i ragazzi a poter insegnare qualcosa agli adulti, in uno scambio intergenerazionale che potrà arricchire tutti”.

Nessun commento a "Corsi di alfabetizzazione informatica a favore degli ospiti di Casa Colvera e di Casa Serena"