Congresso annuale FISH FVG

3765_Fish

COMUNICATO STAMPA

In un momento di crisi economica (con i tagli regionali del 35% ai fondi destinati al settore disabilità negli ultimi due anni) è fondamentale superare la frammentazione nel Terzo Settore e unificare gli interventi sul territorio a sostegno delle persone con disabilità.

In Friuli Venezia Giulia negli ultimi due anni le leggi regionali hanno tagliato i fondi destinati al settore della disabilità del 35% mentre il contributo delle fondazioni bancarie è sceso addirittura del 45%.
In questo preoccupante quadro, che comunque risulta fra i più rosei se comparato a quello delle altre regioni italiane, per tutelare al meglio i diritti delle persone con disabilità è fondamentale creare rete fra le diverse associazioni e realtà che si occupano in Friuli Venezia Giulia dei vari aspetti della disabilità.
Per fare il punto della situazione si è riunito lo scorso 22 aprile a Gorizia presso la sala consigliare del Palazzo della Provincia il congresso annuale della Fish (Federazione italiana per il superamento dell’handicap) del Friuli Venezia Giulia che, nata nel luglio 2013, comprende molte associazioni che operano sul territorio regionale fra cui l’Anffas, l’Associazione Tetra-paraplegici, MoVi, Aism, Anfamiv e Associazione Down FVG.

3752_Fish
“Nei prossimi mesi del 2015 – ha spiegato il presidente FISH FVG Edi Fuart presentando le attività future – desideriamo sempre di più “aprire le porte” anche alle organizzazioni di volontariato di non grandi dimensioni come indicato nel nuovo Statuto della FISH nazionale. Vogliamo inoltre assicurare la nostra presenza ai consigli direttivi della FISH nazionale e rafforzare la partecipazione alle attività dei gruppi di lavoro nazionali. Attualmente ciò che in generale davvero serve è un approccio globale della disabilità che comprenda ogni aspetto del rapporto fra la persona e la realtà. Uno dei bisogni più forti è quello dell’informazione sui diritti, sui sussidi e sulle vie burocratiche da percorrere per ottenere un adeguato supporto. Per questo motivo abbiamo creato uno sportello di assistenza e ascolto delle persone con disabilità presso la casa delle associazioni in via Diaz, 60 a Udine (telefono 0432 299180)”.
Ma l’articolazione settoriale raggiunta nell’assistenza alle varie disabilità – intellettiva e relazionale, motoria e sensoriale – ha creato in regione una forte frammentazione: una galassia che oggi vede tre grandi realtà associative principali: la Fand (federazione di associazioni invalidi civili e sul lavoro) la Consulta regionale disabili e, appunto, la FISH FVG. “Credo – spiega Edi Fuart – che questi tre soggetti debbano collaborare fra loro per unificare gli interventi sul territorio nel settore della scuola, del lavoro e della vita sociale delle persone con disabilità”. Se questo resta l’obiettivo principale bisogna anche sottolineare come in regione il mondo del volontariato e del Terzo Settore sia molto attivo e presente sul territorio. La conferma è arrivata durante il congresso grazie alla presentazione da parte di Paolo Tomasin, uno dei curatori insieme a Mario Marcolin, del Dossier statistico 2014 sul Terzo Settore in Friuli Venezia Giulia realizzato dal Forum del Terzo Settore in collaborazione con il Centro Servizi Volontariato FVG.

I dati raccolti da fonti diverse (molto rilevante l’ultimo Censimento ISTAT) dimostrano come in FVG siano presenti ben 1323 organizzazioni di volontariato, 513 associazioni di promozione sociale, 223 cooperative sociali, 106 fondazioni e 11 organizzazioni non governative idonee con sedi operative.

Un “patrimonio” che va assolutamente tutelato e sostenuto, come ha dichiarato durante il congresso il presidente nazionale FISH Vincenzo Falabella: “In un momento di crisi economica e di assenza “culturale” da parte delle istituzioni il mondo del volontariato e del Terzo Settore anche in Friuli Venezia Giulia si fa carico di dare risposte concrete ed efficienti ai cittadini.
Questo può essere positivo a breve termine ma non deve essere una surroga a quelli che sono gli impegni di uno stato civile”.

Nel corso del congresso sono stati eletti anche i componenti del Consiglio direttivo della Fish FVG (Edi Fuart, Giampiero Licinio, Massimiliano Mauri, Mariangela Fantin, Alberto Volpe, Giorgio Dannisi, Elisa Barazzutti, Lorenza Vettor, Daniela Campigotto) e del Collegio dei revisori dei conti (Gabriele Cadelli, Pino Cocetta).

FISH FVG Federazione italiana per il superamento dell’handicap
Via A.Diaz 60, 33100 Udine
tel. 0432 299180 – fax 0432 509152
e-mail: fishfvg@fishonlus.it

Nessun commento a "Congresso annuale FISH FVG"

    Invia una risposta

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile al pubblico