Bando Welfare di comunità scadenza 28 febbraio

Primo Bando Welfare di comunità in forte sinergia con le Istituzioni e con il contributo di Intesa Sanpaolo promosso dalla Fondazione Friuli

Sostenere le iniziative di sistema, sperimentali e innovative per affrontare le nuove sfide del welfare, aiutare le famiglie nella cura delle persone anziane o con disabilità psico-fisica, promuovere attività educative rivolte ai minori in condizioni di disagio. Con questi obiettivi la Fondazione Friuli, in collaborazione con la Direzione Servizio Integrazione sociosanitaria della Regione FVG e con il contributo di Intesa Sanpaolo lancia il primo bando welfare 2018, destinato alla progettazione sociale degli organismi del terzo settore, mettendo a disposizione complessivamente 700.000 euro.

Si tratta della prima edizione di un bando che vuole sollecitare il territorio verso nuove forme di welfare, nella consapevolezza che le risorse pubbliche si vanno contraendo e che si rende quindi necessario sperimentare forme di collaborazione tra pubblico e privato che coinvolgano tutta la comunità in processi di partecipazione attiva.

Partendo da un’analisi dei bisogni e dell’offerta dei servizi sul territorio, le iniziative dovranno essere dirette a potenziare il sistema di welfare locale verso l’auto-organizzazione delle persone e delle famiglie nel fronteggiare i bisogni socio sanitari della comunità, aprendo nuove forme di socialità e mutualità e promuovendo la prevenzione del disagio attraverso processi di autonomia e di inclusione sociale.

E’ auspicata inoltre la ricerca di soluzioni che prevedano, negli sviluppi progettuali, l’utilizzo delle nuove tecnologie per rispondere ai bisogni in modo più efficace ed efficiente, con l’acquisto di dotazioni e di attrezzature essenziali e innovative.

In particolare i progetti dovranno mirare ai seguenti obiettivi:

1. cura delle persone anziane non autosufficienti;

2. interventi educativi rivolti a minori in condizione disagio;

3. interventi di inclusione a favore di persone con disabilità psico-fisica;

Le iniziative potranno concentrarsi su uno degli ambiti di intervento indicati, ovvero proporre un approccio trasversale ed integrato che coinvolga le diverse aree di azione.

Potranno presentare un progetto:

1.Aziende per l’assistenza sanitaria, Unioni territoriali intercomunali, Aziende pubbliche di servizi alla persona del territorio già appartenente alle province di Udine e Pordenone;

2.soggetti del Terzo settore che hanno sede sul territorio in cui la opera la Fondazione (salvo entità che operano sull’intero territorio regionale, ovvero che realizzano iniziative ricadenti sul territorio di competenza) ovvero operano nel settore sociosanitario.

Ogni Ente, sia esso capofila o partner, potrà partecipare ad una sola iniziativa, pena l’esclusione di tutti i progetti, ad eccezione delle Aziende per l’assistenza sanitaria e delle Unioni territoriali intercomunali.

La durata del progetto non potrà essere superiore a 12 mesi, dovrà avere una ricaduta esclusiva sul territorio di riferimento della Fondazione (Udine e Pordenone) e dovrà prevedere una quota di compartecipazione da parte del soggetto proponente.

Il testo integrale del bando e la modulistica sono disponibili sul sito  www.fondazionefriuli.it.    :

Per info è possibile contattare la Fondazione al numero 0432/415811.

La richiesta di contributo dovrà essere presentata esclusivamente compilando l’apposito modulo ROL presente sul sito della Fondazione Friuli e dovrà essere caricata improrogabilmente entro il 28 febbraio 2018.

 

 

 

Nessun commento a "Bando Welfare di comunità scadenza 28 febbraio"

    Invia una risposta

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile al pubblico