Conferito il premio Lignano in fiore 2015 alla ODV IL NOSTRO PANE QUOTIDIANO

La città di Lignano Sabbiadoro è entrata a pieno titolo nella storia dei bambini del mondo poiché proprio qui, dall’11 al 13 settembre 1987, l’Unicef riunì i rappresentanti di 125 organismi non governativi assieme ai principali esperti mondiali attorno al tema “Per una convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia”.
Questa conferenza portò alla stesura della Carta di Lignano da cui – con ulteriori contributi e apporti – è poi scaturita la storica Convenzione approvata dall’Assemblea Generale dell’ONU il 20 novembre 1989 a New York.

L’associazione Lignano in Fiore onlus lavora incessantemente da 30 anni per promuovere la solidarietà in tutte le forme possibili: raccolte fondi per progetti in Italia e all’estero, eventi di sensibilizzazione ma anche sostegno concreto e immediato a chi si trova in condizioni di necessità.
Recentemente ha istituito il premio “Lignano in fiore” che viene assegnato nei giorni in cui si celebra la firma della Convenzione sui diritti dell’infanzia. Quest’anno, fra tantissimi progetti TUTTI meritevoli di riconoscimento, è stata scelta una piccola associazione che lavora localmente per uno dei diritti fondamentali dell’infanzia, il diritto all’educazione.

E' un premio che ci ricorda che la dimensione della speranza deve vincere sempre.
Lo scorso 21 novembre, il presidente di Lignano in Fiore onlus, il Garante dei Diritti della Persona del Friuli Venezia Giulia e il Sindaco di Lignano, dopo la proiezione del film “Vado a scuola” di Pascal Plisson, ha consegnato il premio che, oltre alla visibilità, comporta anche un contributo in denaro che  aiuterà l’associazione NOSTRO PANE QUOTIDIANO di Pordenone a rinnovare il progetto scuola anche per il prossimo anno.

Tutti i volontari dell’associazione vogliono condividere la loro gioia con tutti voi.

IL LORO “PROGETTO SCUOLA”

A causa della crisi occupazionale molte famiglie non possono più permettersi di pagare un corredo scolastico con lo  zaino, il grembiulino, il diario e un buon astuccio, la cancelleria, i quaderni, i materiali per musica, arte  e  tecnologia,  ed infine i materiali specifici per le varie  scuole  superiori: per  i  loro  figli  il  diritto  allo  studio  non  è  completamente garantito  e, spesso,  a  questa mancanza  di  opportunità  si  aggiunge  anche disagio e  imbarazzo.  Aiutare questi  bambini  e  ragazzi  significa  dare  un’opportunità di equità e  di crescita,  aprire una  dimensione di speranza  che permette  di non  “sentirsi  soli” e  che  aiuta  a  continuare a  lottare  per  il  proprio futuro. Siamo  inoltre convinti  che
l’inclusione scolastica costituisca una delle più potenti armi di prevenzione nei confronti  della marginalità sociale.
Anche per questo non ci limitiamo a consegnare ai ragazzi ciò di  cui hanno bisogno per  frequentare dignitosamente la scuola: alla base della nostra  attività è infatti di fondamentale importanza la  costruzione di una circoscritta ma significativa relazione con le famiglie e i ragazzi, imperniata  sull’accoglienza, il reciproco riconoscimento e rispetto e la responsabilizzazione.
Quindi li conosciamo tutti personalmente,  con ognuno di loro c’è una qualche forma di scambio e dialogo e ogni  incontro è un momento di arricchimento reciproco di conoscenza della loro vita, delle  loro paure e aspettative in un clima di rispetto e discrezione, ma anche di allegria e vivacità che spesso coinvolge anche le famiglie.
Alcuni ragazzi si stanno  avvicinando alla nostra Associazione come volontari  e simpatizzanti, desiderosi di mettersi a  disposizione all’interno della  catena di solidarietà e, di fatto, uscendo dalla condizione di “assisiti”. Conoscere le loro storie è per noi molto importante.

COME UTILIZZERANNO IL PREMIO

Il premio in denaro permetterà  di rinnovare il progetto sopra descritto anche per l’anno prossimo, allargando l’aiuto anche verso zone disagiate della nostra provincia e regione attraverso forme di collaborazione con associazioni locali. Inoltre li aiuterebbe ad approfondire il sostegno alle famiglie già in carico  alla nostra associazione permettendo di rispondere a  richieste specifiche e impegnative  che oggi  trovano limiti  nelle loro modeste risorse  (es: fornitura di divise per la scuola alberghiera, camici per laboratorio e scarpe antiinfortunistica, dizionari, abbonamenti autobus per i mesi invernali ecc ), Vorrebbero, inoltre, raccogliere le storie di alcuni ragazzi in modo da testimoniare insieme a loro l’importanza della solidarietà che supera le distanze, le diversità e le differenze sociali e culturali.

Nessun commento a "Conferito il premio Lignano in fiore 2015 alla ODV IL NOSTRO PANE QUOTIDIANO"

    Invia una risposta

    Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile al pubblico